Vai ai contenuti
Lingua:
Italiano
English
Effettua il LOGIN al sito

 

Iscriviti alla newsletter della SGI per essere sempre aggiornato sulle ultime novità

Iscriviti qui >>

 

Rend. Online Soc. Geol. It., Vol. 18 (2012) - (DOI 10.3301/ROL.2011.66)

Il significato paleoclimatico dei carbonati continentali olocenici centro-sahariani: memoria delle forzanti orbitali e di eventi climatici rapidi

A. Zerboni (*) & M. Cremaschi (*)

 

(*) Dipartimento di Scienze della Terra “A. Desio”, Università degli Studi di Milano e C.N.R.-I.D.P.A., Via L. Mangiagalli 34, I-20133 Milano, Italy.

andrea.zerboni@unimi.it

 

Riassunto

Nel Sahara centrale sono stati individuati sedimenti carbonatici depositati sia presso sorgenti sia in ambiente lacustre, non in equilibrio con le attuali condizioni climatico-ambientali iperaride, e pertanto testimoni di un passato olocenico maggiormente umido. I depositi sono stati datati con metodi radiometrici (U/Th, 14C) e ne sono state studiate le miscele isotopiche di C e O, in modo da investigarne il significato paleoclimatico. I calcareous tufa di sorgente trovati nel Tadrart Acacus confermano intense precipitazioni per l’Olocene antico e un progressivo declino fino all’estinzione delle sorgenti stesse attorno a 8000 anni BP. Nello stesso periodo nell’edeyen di Murzuq è stata registrata la formazione di laghi piezometrici, permanenti e caratterizzati da acque dolci. I laghi si estinsero attorno a 8000 anni BP, in seguito alla diminuzione delle precipitazioni. Ciononostante, dopo alcuni secoli di aridità, il livello delle acque risalì; indicatori geochimici, sedimentologici e paleontologici dimostrano che tali laghi erano soggetti a maggiori fluttuazioni del livello. I dati confermano che il Periodo Umido Africano ebbe inizio con la transizione Pleistocene/Olocene e che le piogge monsoniche calarono progressivamente durante l’Olocene medio, seguendo le variazioni dei parametri orbitali; inoltre, i carbonati studiati conservano memoria di una fase arida che viene posta in relazione con l’evento climatico 8.2 BP.


TERMINI CHIAVE: Carbonati continentali, isotopi stabili, Periodo Umido Africano, eventi climatici rapidi, Olocene.


Abstract

Palaeoclimatic significance of Holocene continental carbonates from the central Sahara: memory of orbital forcing and high frequency events.
We identified in the hyperarid central Sahara several outcrops of freshwater continental carbonates, formed in correspondence of former springs and in lake sedimentary environments. They are not in equilibrium with the present-day environmental and climatic conditions and therefore they indicates a wetter period dating to the Holocene. Sampled deposits were submitted to radiometric dating (U-series and 14C) and stable isotopes were measured to get palaeoclimatic information. Calcareous tufa from fossil springs in the Tadrart Acacus massif confirm higher precipitation for the early Holocene and a their progressive decline later on; springs dried out at c. 8000 years BP. At the mean time, the outcrop of the water table in the edeyen of Murzuq allowed the formation of constant and freshwater piezometric lakes. As a consequence of decreased rainfalls, the level of the lakes fell at c. 8000 years BP; after few centuries of aridity, the level of the water raised again. Geochemical, sedimentological, and paleontological analyses demonstrate that lakes suffered seasonal oscillations of the level. Our data confirm that the African Humid Period began soon after the Pleistocene/Holocene transition and the intensity of precipitation strongly decreased during the middle Holocene, in accordance with the modifications of the orbital forcing. Moreover, the central Saharan carbonates recorded also a short arid phase that is in relation with the 8.2 BP event.


KEY WORDS: Continental carbonates, stable isotopes, African Humid Period, rapid climate changes, Holocene.

© Società Geologica Italiana Dipartimento di Scienze della Terra, Università «La Sapienza», Piazzale Aldo Moro 5, 00185 Roma • Tel.: 06 4959390 • Fax: 06 49914154 • Mail: info@socgeol.it  C.F.80258790585