Vai ai contenuti
Lingua:
Italiano
English
Effettua il LOGIN al sito

 

Iscriviti alla newsletter della SGI per essere sempre aggiornato sulle ultime novità

Iscriviti qui >>

 

La Carta Geologica d’Italia Molto più di un’immagine a colori - La carta geologica come supporto alle decisioni: uno strumento per la società

LA CARTA GEOLOGICA – Uno strumento di conoscenza

La carta geologica rappresenta lo strumento fondamentale per la conoscenza del territorio, delle sue risorse e delle sue fragilità.

Questa mostra si propone di illustrare come venga prodotta una carta geologica, che tipo di informazioni contenga e come possa essere utilizzata per applicazioni pratiche con importanti ricadute sulla vita dei cittadini.

Sono state individuate cinque aree del territorio italiano con diverse caratteristiche e problematiche geologiche. Per ciascuna area viene raccontata la storia del miglioramento delle conoscenze geologiche, attraverso l'evoluzione e l'aggiornamento della cartografia geologica, evidenziando il contributo che tale miglioramento porta, non solo alla comunità scientifica, ma a tutta la società.

Lo scopo della mostra è quello di documentare come la conoscenza geologica sia una materia complessa che richiede la professionalità di geologi specificatamente preparati e come queste informazioni possano aumentare la capacità di corretta gestione del territorio: i costi della conoscenza del territorio hanno dei ricavi molto maggiori della ignoranza delle sue criticità.

 

LA CARTOGRAFIA GEOLOGICA IN ITALIA - Una storia incompiuta

Il territorio nazionale è interamente coperto da carte geologiche alla scala 1:100.000, prodotte tra la fine del 1800 e il 1976.

Dopo un avvio sperimentale nei primi anni ’70, alla fine degli anni ’80 è stato avviato il progetto CARG, un progetto di cartografia geologica alla scala 1:50.000 che si propone l’obiettivo di aggiornare e dettagliare maggiormente la conoscenza geologica del territorio italiano. Il progetto CARG prevede anche la realizzazione di una banca dati informatizzata, strumento essenziale per l’integrazione dei dati geologici con altre banche dati.

Purtroppo, dopo un inizio promettente, dall’anno 2000 il progetto non è più stato finanziato a livello nazionale. Per questo motivo non è stata completata la copertura del territorio nazionale e solo parte dell’Italia è attualmente dotata di una cartografia geologica dettagliata e aggiornata. Aree del territorio nazionale, come la zona di Amatrice, sono rimaste prive di questo strumento di conoscenza che potrebbe contribuire, in modo significativo, alla tutela del territorio.

 

UNA MOSTRA PER CAPIRE – Un percorso informativo e esempi di uso della cartografia geologica

La mostra è organizzata in sei diversi temi, ognuno illustrato con tre pannelli

Indice della mostra:

1A, B, C – La cartografia geologica: cos’è e come si realizza una carta geologica. Il percorso della mostra.

2A, B, C  – Geologia della Alpi. Tra Valtellina e Alto Adige. Dalle carte stampate alle banche dati.

3A, B, C  – Geologia delle aree pianeggianti. La Pianura Padana. Gli studi sulla liquefazione.

4A, B, C  – Geologia dell’Appennino Centrale. La piana del Fucino e L'Aquila. La microzonazione sismica.

5A, B, C  – Geologia di arre vulcaniche: il Vesuvio. La pericolosità vulcanica.

6A, B, C  – Geologia e interventi antropici: il Golfo di Taranto. La geologia dei fondali marini.

>> Locandina


Clicca qui per scaricare i pannelli della mostra


 

© Società Geologica Italiana Dipartimento di Scienze della Terra, Università «La Sapienza», Piazzale Aldo Moro 5, 00185 Roma • Tel.: 06 4959390 • Fax: 06 49914154 • Mail: info@socgeol.it  C.F.80258790585