L'eredità scientifica di Paolo Scandone, geologo

Società Geologica Italiana

29 Marzo 2019
Accademia Nazionale dei Lincei
Roma - Palazzo Corsini - Via della Lungara, 10

Comitato ordinatore: R. CATALANO (coordinatore), F. BARBERI, D. BERNOULLI, B. D'ARGENIO,
G.V. DAL PIAZ, C. DOGLIONI, G.F. PANZA, A. PRATURLON

PROGRAMMA

Venerdì, 29 marzo

09.30 Saluto della Presidenza dell'Accademia
Raimondo CATALANO (Università di Palermo): Presentazione

10.00 Bruno D'ARGENIO (Università di Napoli Federico II): Paolo Scandone e la rinascita della geologia napoletana negli anni '60 del secolo scorso.

10.20 Daniel BERNOULLI (Department of Earth Sciences, ETH, Zürich): A portrait of the scientist as a young man: Paolo Scandone fathoms the Triassic seaways.

10.40 Hugh C. JENKYNS (University of Oxford): Early Jurassic evolution of the Tethyan continental margin from the Alps to Sicily

11.00 Intervallo

11.20 Antonio PRATURLON (Università di Roma Tre): Paolo Scandone nel fermento culturale delle Geoscienze degli anni '60 - '70

11.40 Franco BARBERI (Università di Roma Tre): Il ruolo di Paolo Scandone nel Progetto Finalizzato Geodinamica del CNR

12.00 Giancarlo MOLLI (Università di Pisa) Paolo Scandone: Direttore del Dipartimento di Scienze della Terra dell'Università di Pisa, docente e collega

12.15 Domenico COSENTINO (Università di Roma Tre): Paolo Scandone: Geologo, maestro e amico

12.30 Vincenzo PETRINI (Politecnico di Milano): Paolo Scandone e il rischio sismico - Anni di collaborazione ed interazione

12.50 Giovanni MANIERI (Regione Emilia): Paolo Scandone e il rischio sismico – Il rapporto di collaborazione ed interazione con le Istituzioni regionali

13.00-14.00 Intervallo

14.00 Giorgio V. DAL PIAZ (Università di Padova): Paolo Scandone e e il Settore alpino dello Structural Model of Italy and Gravity Map

14.20 Luigi CARMIGNANI (Università di Siena): Le attività didattiche e scientifiche degli anni più recenti di Paolo Scandone a Siena

14.40 Giuliano F. PANZA (Università di Trieste): Paolo Scandone la rivoluzione nelle Geoscienze e nuovi paradigmi: NDSHA e Polarized Plate Tectonics

15.00 Gian Battista VAI (Università di Bologna): Dai pascoli irpini allo "sfasciume" calabro-lucano alle coltri delle Alpi, e ritorno:Paolo Scandone

15.20 Carlo DOGLIONI (Sapienza, Università di Roma): Struttura dell'Appennino meridionale e il contributo di Paolo Scandone

15.40 Epilogo

La partecipazione al convegno è libera, fino ad esaurimento dei posti disponibili. Si prega di segnalare la presenza
Segreteria del convegno: piemontese@lincei.it - www.lincei.it
Fino alle ore 10 è possibile l'accesso da Lungotevere della Farnesina

Programma

Ultimo aggiornamento: