Premio Secondo Franchi

Regolamento

Approvato dal Consiglio direttivo della S.G.I. del 30 novembre 2018.

Articolo 1

Allo scopo di contribuire alla promozione della ricerca nel campo delle geoscienze e della qualità delle pubblicazioni dei relativi risultati scientifici, la Società Geologica Italiana istituisce un Premio da assegnare, ogni anno, al migliore lavoro pubblicato sulle proprie riviste.

Il premio S.G.I. è intitolato a Secondo Franchi uno dei maggiori geologi rilevatori italiani.

Articolo 2

Il premio viene consegnato dal Presidente della S.G.I., in occasione del Congresso Geologico Nazionale della Società Geologica Italiana.
Il Premio consiste in una targa e in un diploma accompagnato da una motivazione che sarà pubblicata negli atti della Società.
In caso di lavori a più nomi ogni autore riceverà un diploma con la motivazione e il primo Autore riceverà anche una targa con riportato il titolo del lavoro premiato e i nominativi degli altri autori.
Gli autori dei lavori premiati riceveranno inoltre l'iscrizione alla Società Geologica Italiana per l'anno successivo a quello di consegna del Premio, o il rinnovo qualora già soci.

Articolo 3

Il Premio viene conferito da una Commissione nominata dal Consiglio Direttivo nella prima riunione dell'anno successivo a quello per il quale saranno valutati i lavori.

Essa è costituita di cinque membri di cui tre scelti tra i componenti dei Comitati di Redazione delle riviste societarie e due nel Consiglio Direttivo. La Commissione dura in carica un anno.

Ogni membro prende in esame i lavori pubblicati nelle riviste societarie edite nell'anno cui il Premio si riferisce. Tra questi sceglie, in accordo con quanto espresso nel successivo Art.4, i tre lavori da lui giudicati più meritevoli redigendo un motivato giudizio con valutazione graduata.

Tra tutti i lavori individuati, la Commissione designa, collegialmente, il migliore redigendo una relazione scritta con la proposta motivata per l'assegnazione del Premio.

Il giudizio della Commissione è inappellabile.

Articolo 4

Nella valutazione dei lavori si tiene conto, con giudizio d'insieme, delle seguenti caratteristiche:

a) originalità dei risultati scientifici;
b) coerenza metodologica e aggiornamento;
c) chiarezza, organizzazione e concisione del testo;
d) buon uso della lingua impiegata;
e) equilibrio tra il linguaggio geologico corrente e quello specialistico;
f) qualità ed intelligibilità delle parti iconografiche, incluse le didascalie.

Non viene presa in considerazione la lingua in cui il lavoro è scritto.