Museo Geologico Nazionale e Palazzo Canevari già sede del Servizio Geologico d'Italia

Società Geologica Italiana

Prot. N° 2019/65                                                                                                   Roma, 18 luglio 2018

Al Presidente del Consiglio dei Ministri
     Prof. Giuseppe Conte

Al Ministro dell'ambiente e della tutela del
     territorio e del mare
     Generale Sergio Costa

Al Ministro per i Beni e le Attività Culturali
     Prof. Alberto Bonisoli
    
p.c. Al Presidente della Commissione Ambiente del Senato
     On. Senatrice Vilma Moronese

Al Membro della Commissione Ambiente del Senato
     On. Senatore Ruggiero Quarto

Oggetto: Museo Geologico Nazionale e Palazzo Canevari già sede del Servizio Geologico d'Italia

Illustrissimo Presidente Conte,
Illustrissimo Ministro Costa,
Illustrissimo Ministro Bonasoli,
Illustrissima on. Sen. Moronese,
Illustrissimo on. Sen. Quarto,

Vi scrivo nella mia veste di Presidente della Società Geologica Italiana per sottoporre alla Vostra attenzione l'indifferibile esigenza scientifica, storica e culturale per il nostro Paese, che la Collezione del Museo Geologico Nazionale, sepolta da più di un decennio in scatoloni in vari magazzini della capitale, torni alla sua sede espositiva storica nel Palazzo Canevari, in largo Santa Susanna a Roma.

Palazzo Canevari fu il luogo di fondazione del Museo, in condivisione per oltre un secolo con la sede storica del Servizio Geologico d'Italia, come desiderato da Quintino Sella, Ministro del Regno d'Italia, fondatore oltre che del Museo, del Regio Servizio Geologico d'Italia, e della Società Geologica Italiana, e Presidente della rinnovata Accademia dei Lincei.

Per motivi citati, il Palazzo di Largo Santa Susanna ha rappresentato per generazioni di Italiani il luogo simbolo della Geologia Italiana. Oggi, essendo tornato in mano pubblica, dopo aver vissuto una grottesca e infelice "cartolarizzazione", auspichiamo che il Palazzo di Largo Santa Susanna (Canevari) venga restituito alla sua memoria storica assieme alla collezione del Museo Geologico Nazionale, così da rendere disponibile al Paese e agli Italiani questo importante bene culturale.

Il Museo Geologico Nazionale con la sua ricchissima e unica dotazione di reperti, olotipi, volumi e cartografie, di immenso valore storico e scientifico anche a livello internazionale, dovrebbe tornare a rappresentare per il nostro Paese uno dei pilastri fondamentali per la conoscenza, conservazione e prevenzione del territorio, oltreché punto cardine per la diffusione della cultura geologica. Il ritorno del Museo nel Palazzo di largo Santa Susanna fornirebbe altresì il forte segnale dell'attenzione che questo Governo (e i suoi Ministri) mostra nei confronti della prevenzione dei rischi geologici, della pianificazione sostenibile delle risorse naturali, e della conservazione e diffusione della cultura geologica.

In ultima istanza, la Società Geologica Italiana, suggerisce che assieme al patrimonio del Museo Geologico Nazionale, custodito e arricchito negli anni e ancora oggi appartenente al Servizio Geologico d'Italia (ISPRA), qualora fosse restituito alla sua sede storica in Largo Santa Susanna, Palazzo Canevari possa anche accogliere la Biblioteca della Società Geologica Italia, assieme ai suoi curatori, anch'essa fondata, come il Museo Geologico Nazionale e il Servizio Geologico d'Italia,  da Quintino Sella sul finir dell'Ottocento, e che oggi purtroppo è dispersa in sezioni in varie località della Capitale e del Paese. Palazzo Canevari diverrebbe così il luogo simbolo e privilegiato della conoscenza geologica del Paese, dotando l'Italia di una struttura analoga a quelle esistenti in molte altre nazioni Europee e non.

È convinzione della Società che rappresento che il Presidente del Consiglio dei Ministri, Prof. Giuseppe Conte, il Ministro per i Beni e le Attività Culturali, Prof. Alberto Bonisoli, e il Ministro dell'Ambiente, Gen. Sergio Costa, possano comprendere ed accettare la richiesta affinché il Museo Geologico Nazionale torni nella propria storica sede di Largo Santa Susanna ricostituendo di fatto la memoria geologica del nostro Paese, fragile e instabile per la sua natura geologica, e che lo stesso possa servire come strumento per la diffusione della conoscenza geologica del nostro territorio.

Confidando nella Vostra sensibilità nei riguardi delle richieste avanzate, porgo i migliori saluti.

Il Presidente della Società Geologica Italiana

Prof. Sandro Conticelli

Museo Geologico Nazionale e Palazzo Canevari già sede del Servizio Geologico d'Italia (PDF)