Geological Field Trips and Maps

union

Geological Field Trips and Maps (GFT&M) è una speciale rivista internazionale open source curata dalla Società Geologica Italiana e dal Servizio Geologico d'Italia - ISPRA. La rivista è nata nel 2009 per incoraggiare la pubblicazione di itinerari geologici originali ed escursioni organizzati durante congressi e workshop, allo scopo di salvare e promuovere un patrimonio culturale che spesso rimane noto solo ai partecipanti all'evento.

La presentazione online ne favorisce la distribuzione a un vasto pubblico, con l'obiettivo di diffondere e rendere disponibili varie escursioni in aree di grande interesse geologico.

Negli ultimi anni, le attività sul campo e la cartografia geologica stessa, accompagnate dall'interruzione del progetto CARG, hanno subito un pericoloso rallentamento, spesso riconoscibile anche nelle tradizionali attività di ricerca e di insegnamento universitario. Il GFT&M vuole quindi stimolare il ritorno alla ricerca sul campo, migliorando i suoi contenuti e prodotti a livello internazionale, facilitando l'accesso e la conoscenza di tutte quelle aree che forniscono informazioni per la comprensione degli aspetti geologici dalla piccola alla grande scala.

L'intento della rivista è anche quello di rendere disponibile la geologia di terreno a un vasto pubblico nazionale e internazionale, combinando la descrizione di itinerari di interesse alla rappresentazione cartografica di aree specifiche.

La redazione comprende specialisti di diverse discipline che operano in Italia e nel mondo e accoglie attività di ricerca internazionale condotte da autori italiani e stranieri.

Il GFT&M si aprirà a breve alla pubblicazione on line di carte geologiche e tematiche originali con note illustrative. Le carte potranno riguardare ogni possibile argomento relativo alle Scienze della Terra con particolare attenzione a tecniche e ad applicazioni innovative.
 


 

Geological Field Trips and Maps (GFT&M) is an especial international journal edited by the Italian Geological Society and the Geological Service of Italy - ISPRA. The journal was born in 2009 to encourage the publication of original field trips and excursions held during congresses and workshops with the purpose of saving and promoting a cultural heritage that often remains known only to the participants in the event.

The online open source presentation favours to address a large audience, with the aim of disseminating and making available various field trips in areas of great geological interest.

In the last years, field and mapping activities, accompanied by the interruption of the Italian national mapping CARG Project, have undergone a dangerous slowdown, often observed in traditional academic research and teaching activities. The GFT&M therefore wants to stimulate the return to field research, enhancing its content and products at an international level, facilitating access and knowledge of all those areas that provide information for the understanding of geological aspects from the small to large scale.

The intent of the magazine is also to make available field geology to a wide national and international public, combining the description of itineraries of interest to the cartographic representation of specific areas.

The editorial staff includes specialists from different disciplines operating in Italy and throughout the world, and welcomes international research activities carried out both by Italian and foreign authors.

In the next future, the GFT&M will open to the on line publication of original geological and thematic maps with short notes. Maps will concern any possible subject related to the Earth Sciences with special emphasis to innovative techniques and applications.

La rivista
Negli ultimi anni, le attività sul campo e la cartografia geologica stessa, accompagnate dall'interruzione del progetto CARG, hanno subito un pericoloso rallentamento, spesso riconoscibile anche nelle tradizionali attività di ricerca e di insegnamento universitario. Il GFT vuole quindi stimolare il ritorno alla ricerca sul campo, migliorando i suoi contenuti e prodotti a livello internazionale, facilitando l'accesso e la conoscenza di tutte quelle aree che forniscono informazioni per la comprensione degli aspetti geologici dalla piccola alla grande scala.L'intento della rivista è anche quello di rendere disponibile la geologia di campo a un vasto pubblico nazionale e internazionale, combinando la descrizione di itinerari di interesse alla rappresentazione cartografica di aree specifiche.
La redazione comprende specialisti di diverse discipline che operano in Italia e nel mondo e accoglie attività di ricerca internazionale condotte da autori italiani e stranieri.
Nel prossimo futuro, il GFT si aprirà alla pubblicazione di carte geologiche e tematiche originali con brevi note. Le carte potranno riguardare ogni possibile argomento.

Author Guidelines
Submit an article

ISSN: 2038-4947 (on-line)

Editor in Chief
Andrea Zanchi (Università di Milano-Bicocca)


Associate Editors
M. Berti (Università di Bologna)
M. Della Seta (Sapienza Università di Roma)
P. Gianolla (Università di Ferrara)
G. Giordano (Università Roma Tre)
M. Massironi (Università di Padova)
M. L. Pampaloni (ISPRA–Roma)
M. Pantaloni  (ISPRA-Roma)  
M. Scambelluri (Università di Genova)
S. Tavani (Università di Napoli Federico II)

Editorial Advisory Board  
D. Bernoulli, F. Calamita, W. Cavazza, F.L. Chiocci, R. Compagnoni, D. Cosentino, S. Critelli, G.V. Dal Piaz, P. Di Stefano, C. Doglioni, E. Erba, R. Fantoni,  M. Marino, M. Mellini, S. Milli, E. Chiarini, V. Pascucci, L. Passeri, A. Peccerillo, L. Pomar, P. Ronchi, B.C. Schreiber, L. Simone, I. Spalla, L.H. Tanner, C. Venturini, G. Zuffa.

Responsible Director
Claudio Campobasso (ISPRA-Roma)

Editorial Managers
Mauro Roma (ISPRA-Roma) - corresponding manager
Silvana Falcetti (ISPRA-Roma)
Fabio Massimo Petti (Società Geologica Italiana - Roma)
Maria Luisa Vatovec (ISPRA-Roma)
Alessandro Zuccari (Società Geologica Italiana - Roma)

Recent issues