Ettore Artini (Milano, 26 agosto 1866 – Milano, 7 marzo 1928)

Società Geologica Italiana

A cura di Giorgio Vittorio Dal Piaz (Sezione di Storia delle Geoscienze)

Mineralista, cristallografo e antesignano della petrografia moderna, con applicazioni geologiche e minerarie, apprezzato didatta. Nato e cresciuto a Milano in un ambiente di tradizionale cultura naturalistica, compie gli studi universitari a Firenze, ove nel 1887 si laurea in Scienze naturali, allievo di Giuseppe Grattarola e già autore di alcune note lincee sulla natrolite del Veneto e sull'epidoto dell'Elba. Nello stesso anno ottiene il posto di assistente alla cattedra di mineralogia dell'Università di Pavia, tenuta da Francesco Sansoni, ed è collega di Luigi Brugnatelli; nel 1888 è abilitato al libero insegnamento e ottiene l'incarico del corso di petrografia. Nel 1893 è assunto dal Museo civico di Storia naturale di Milano come direttore della sezione mineralogica. L'anno seguente vince il concorso alla cattedra di mineralogia bandito dall'Università di Bologna, ma vi rinuncia non volendo lasciare la sua Milano. Oltre ai compiti istituzionali, lo sviluppo del museo, le relazioni con i collezionisti italiani e stranieri e le ricerche sul campo, Artini svolge una intensa attività didattica: incaricato di mineralogia al Politecnico di Milano dal 1893 e alla locale Scuola superiore di agricoltura dal 1906, corsi che continua a tenere dopo che nel 1912 assume la direzione generale del Museo civico. Non pago, con l'attivazione della nuova Facoltà di Scienze, si fa carico nel 1924 anche del corso di mineralogia per chimici e naturalisti. Per i servizi prestati con tanta assiduità, nel 1926 il Consiglio Superiore dell'Istruzione lo nomina professore ordinario "per chiara fama" presso l'Università di Milano, provvedimento che purtroppo non andò a buon fine per l'opposizione dell'amministrazione civica. Tra i suoi collaboratori e allievi al Museo civico e al Politecnico va ricordato Emilio Repossi, poi professore di mineralogia alle Università di Cagliari e di Torino. Ettore Artini muore a Milano il 7 marzo 1928.

Autore di due fortunati manuali - "I Minerali" e "Le Rocce. Concetti e nozioni di petrografia" - molto popolari presso gli studenti universitari e delle scuole superiori, la sua produzione scientifica è documentata da un centinaio di articoli dedicati in prevalenza a questi argomenti: i) mineralogia classica, con scoperta di tre specie nuove, e cristallochimica del benzolo e di altre sostanze organiche; ii) ricerche sulle sabbie della Tripolitania, della Dancalia, del deserto arabico, dei fiumi del Veneto e del Ticino, con pubblicazioni che diedero inizio e dignità alla "petrografia del sedimentario"; iii) geologia e petrografia delle rocce cristalline della Valsesia, descritte in una moderna monografia del 1900 firmata anche dal conte Gilberto Melzi, munifico amico scomparso prematuramente.

Presidente della Società Italiana di Scienze Naturali, ha organizzato il Congresso dei Naturalisti Italiani, (Milano 1906). Due volte Presidente della Società Geologica Italiana: nel 1918 aveva accettato la designazione con entusiasmo "nella speranza di poter riunire i soci, tra le redente Alpi Tridentine, in un congresso che fosse manifestazione solenne di amor patrio", programma rinviato e poi realizzato da Giorgio Dal Piaz con l'escursione sociale dell'estate 1920; nel 1925 organizza il XXXVIII Congresso e le escursioni di Milano-Como-Bergamo (6-12 settembre).

Principali riconoscimenti - Premio reale conferitogli nel 1901 dalla Accademia Nazionale dei Lincei per gli studi geologici e petrografici sulla Valsesia; dal 1916 socio nazionale linceo.

 

FONTI E BIBLIOGRAFIA
Clerici E. (1925) - Il XXXVIII Congresso della Società Geologica Italiana (6-12 settembre 1925). Boll. Soc. Geol. It., 38, LVII-LXXXVIII.
De Angelis M. (1928) - Ettore Artini. Atti Soc. italiana di Scienze naturali e Museo civico di storia naturale in Milano, 67, 423-431.
Millosevich F. (1928) - Necrologia di Ettore Artini. Boll. Soc. Geol. It., 47, CXLVI - CXLIX
Onorato E. (1962) - Artini, Ettore. Dizionario Biografico degli Italiani, Istituto dell'Enciclopedia Italiana fondata da Giovanni Treccani, v. 4.

Ultimo aggiornamento: